martedì 15 aprile 2008

un voto di rancore

Come scriveva ieri sul suo blog galatea, a chiudere la sua simpatica e cogitabonda descrizione della gita scolastica a Siena, "noi italiani siamo tutti così: medievali, simpatici ed un pochino carogne". Questo è il senso che do al mio voto disperso in una lista da 0,3%.

Lascio ai pd-ini stracciarsi le vesti. Godo per il risultato fallimentare di compagno Fausto. La Sinistra è una cosa seria. Non è presentarsi con un sigaro in bocca ai comizi e la "r" moscia da intellettualotto che si può sperare di far dimenticare a tutti i vostri elettori, due anni di merda perennemente piegati a 90°. Ora fuori dai coglioni.. grazie.

E ora, pronti per le nuove foto di gruppo Medvedev, Silvio, Bush (mannaggia ma questo se ne va) e Merkel. "Fe-de-ra-li-smo fis-ca-le". Umberto sta scaldando i motori, avete sentito? Sì, sì! "Noi del nord ne abbiamo le palle piene". Anacronismi. Più che aprire nuove questioni ritorniamo su quelle vecchie. Siamo fatti così.

Di seguito un appello in inglese per una richiesta di adozione: "Hello, I am Rasho. Mr Berlusconi had been widely expected to win in the lower house, but his clear victory in the senate will strengthen his power and speed up Italy's self destruction. A true opposition does not exist anymore. This deals with PD, whose electoral program was a copy of the Berlusconi's one, but even with the parties belonging to the "european left" whose last two years in Prodi government marked the end of the belief on a true and coherent alternative (think of the incredible-low 3% collected in this election). Anyway, I need some help in order to avoid other five years of humiliations and frustrations. Strange to say, there are still few italians regretting to book Mr Berlusconi, Mr Bossi, Mr Fini, et cetera, as their own rapresentatives for the third term in sixteen years. Is there any foreigner so kind to adopt me? Please have mercy...

2 commenti:

Enrico ha detto...

Dal popolo più ignorante d'Europa non potevamo aspettarci un risultato diverso, non credi?

Addirittura alla camera ha vinto più del senato, segno che i nuovi giovani (essendo più vacui e non leggendo mai il giornale) sono in maggioranza di destra.

Anonimo ha detto...

good start