lunedì 25 giugno 2007

veltroni, apre le danze

Walter, dal germanico "che comanda nell'esercito". Veltroni, un nome vecchio come un cucù. Alla faccia della novità: qui non si butta via niente. Il vice presidente del Consiglio nel governo Prodi '96 sarà il leader del PD. E probabilmente il prossimo candidato alla presidenza del Consiglio dei menestrelli. E' un po' come una rotazione delle colture su un campo che implora esser lasciato a maggese da molto tempo.

E così, per il nuovo walter-condottiero è già partita la campagna elettorale. Giornali e tg per lui. Si adoprano a dare un senso all'amorfo PD. E chi meglio di lui sulla piazza può reincarnare lo spirito teodem? Ultimamente va molto di moda... Tra l'altro il personaggino in questione è un po' il riassunto dei DS: da PCI al cattolicesimo progressista (mah!). Un po' di qua e un po' di là, si è infine guadagnato il favore delle due segreterie (DS, DL), pronte a partorire l'ennesimo mostro, trampoliere ed equilibrista.

Per colmare l'attesa (ci divora) che ci separa tutti dall'annuncio della sua candidatura alla carica di segretario del PD (mercoledì, Sala Gialla del Lingotto, Torino) si può ingannare l'attesa con un paio di notizie giunte tra ieri ed oggi. La prima riguarda la benedizione di Rutelli: «Sarebbe un record di ipocrisia se non dicessi la mia soddisfazione per la candidatura a segretario del Pd di Walter Veltroni e il ticket con Dario Franceschini che si va delineando». La seconda è del Silvietto nazionale, evidentemente preoccupato che qualcuno gli ponga per l'ennesima volta la questione della leadership. «Prima dell’estate è necessario che tutta la Cdl si ritrovi in una convention programmatica aperta, per cominciare a rilanciare il progetto politico del centrodestra», aveva dichiarato ieri Alemanno. Prontamente ribattuto da Silvietto: «Non sono argomenti seri». Evidentemente a mollare l'osso non ci pensa proprio.


Però lo psiconano per una volta si dimostra il più coerente. Senza volerlo, per carità. Però, lui si autoricicla senza paura di dimostrarlo. Senza quelle ipocrite rotazioni di poltrone. Anche perchè quella vecchia promessa fatta a Fini circa la sua futura leadership, verrà probabilmente adempita solo quando sarà costretto dall'invalidità alla carrozzina.



3 commenti:

Pasquale ha detto...

Vero. Veltroni è nello stesso tempo il nuovo che avanza e il vecchio che avanza. Il fatto è che i partiti non sanno più da tempo formare e selezionare la classe politica dirigente. Bisognerebbe riformare i partiti mentre si riforma l'Italia. Ci leggiamo.

Anonimo ha detto...

ora che sono trascorsi alcuni anni dalla tragedia del 11 settembre ho deciso di raccontare alcuni fatti avvenuti al inizio degli anni 90.quando frequentavo le scquole medie parlai casualmente in classe del inizio della 4 guerra mondiale,ed inviarono 2 esperti che manifestarono scetticismo l'uno livore l'altro,che diceva di collaborare con i servizi segreti.successivamente quando frequentavo le scquole superiori un prof ex poliziotto mi propose a nome del questore di infiltrarmi nei black block ,che sapevano gia di li a formarsi,non se ne fece niente ,ma mi chiesero informazioni sulla banda della uno bianca,e gli dissi che era formata da poliziotti,come avevo apreso da un ragazzo di bologna un sabato sera,presero molto male quello che gli dissi e per rivalsa mi segnalarono al ministero del interno,che apri un fascicolo su di me,in seguito arrestarono i savi.iniziarono cosi a considerarmi un loro confidente ed a interessarsi a quello che sapevo,dissi loro che nel settembre 2001 dei terroristi di area saudita avrebbero dirottato degli aerei di linea e li avrebbero schiantati sulle twin tower,che in seguito ci sarebbero stati altri attentati,tra cui la stazione di madrid e il metro di londra.successivamente mi dissero che non si sarebbe fatto nulla e cercai di dimenticare.lolli gabriele

RaShO O°o°O ha detto...

si, dev'essere una specie di vandalismo interazionale...sono nella situazione di non riuscire ad elaborare quello che ho letto e di capire il senso della situazione.
Quindi, per sentirmi in pace con me stesso, propongo le seguenti alternative:
1) O hai sbagliato blog;
2) O hai fumato qualcosa di prodigioso.